Associazione MondoQui

MondoQui, i lavori in corso

Posted on: 5 maggio 2009

Clicca qui per ascoltare l’intervista di Radio Stereo 5: si parla dell’associazione MondoQui e della Festa dei Popoli 2012 (trasmessa alla radio il 28 giugno 2012)

Aspettando una sede per MondoQui nella Stazione Fs 

L’associazione MondoQui ha fatto richiesta alla RFI di poter utilizzare alcuni locali inutilizzati della Stazione Fs di Mondovì come sede per le proprie attività e come luogo di aggregazione giovanile. I locali saranno ceduti in comodato al Comune che li metterà a disposizione della nostra associazione in subcomodato. La sede potrà essere utilizzata per incontri e attività varie da tutte le associazioni che ne faranno richiesta, anche per far sì che i cittadini di Mondovì si “riprendano” la Stazione e i suoi dintorni. Il CSV di Cuneo ha finanziato un progetto rivolto ad adolescenti e giovani denominato “Ex prima classe”, in cui sono coinvolti oltre a “MondoQui” come capofila, diverse associazioni ed enti. Il progetto è già attivo e supplisce in parte al bisogno di “Educativa di strada”, che in città recentemente non è più stata finanziata.

Per ragioni burocratiche, invece, siamo ancora in attesa di poter accedere ai locali.
La sede si trova dietro le due porte in primo piano nella foto ed ha anche un accesso su piazza Franco Centro. Saranno a disposizione pure la ex-sala d’aspetto di prima classe (che si trova nel passaggio tra il salone centrale e la sala d’aspetto ancora in uso) e la piccola costruzione che si vede in primo piano in questa foto.

____________________________________

Festa dei popoli 2012

Clicca qui per vedere le foto e i resoconti delle iniziative già avvenute e per partecipare a quelle in programma.

_____________________________________________

Concerto di  Sonia Aimy

Giovedì 19 aprile al Teatro “Baretti” di Mondovì Breo un concerto spettacolo di Sonia Aimy ha aperto ufficialmente le iniziative nell’ambito della Festa dei Popoli 2012. Il concerto “Voci di donne in festa”, in omaggio al Premio Nobel per la pace, Wangari Maathai, fa parte di “Interazioni dell’arte e del teatro sociale”, iniziativa promossa dal Coordinamento provinciale di teatro sociale, di cui fanno parte la cooperativa Caracol di Mondovì, la compagnia il Melarancio di Cuneo, l’associazione Voci Erranti di Savigliano e l’associazione Albatros di Alba, e si è svolto a Mondovì in collaborazione con l’associazione MondoQui. Con la sua spendida voce, Sonia ha raccontato in musica la vicenda di Wangari Muta Maathai (1940-2011), ambientalista, attivista politica e biologa keniota, simbolo dell’emancipazione della donna in Africa , prima africana ad aver ricevuto il Premio Nobel per la Pace (nel 2004) per «il suo contributo alle cause dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace». È stata membro del Parlamento keniota e assistente ministro per l’Ambiente e le Risorse naturali nel Governo del presidente Mwai Kibaki, fra il gennaio 2003 e il novembre 2005. I ritmi dolci e scatenati della band di jazz e world music, di cui fanno parte artisti di vari Paesi africani, hanno coinvolto il pubblico: molti partecipanti hanno anche danzato davanti al palco. Sonia Aimy ha commemorato la grande Miriam Makeba, morta fra le sue braccia subito dopo un concerto contro la mafia a Castel Volturno

_____________________________________________

Incontro con Jean Leonard Touadi

Il 23 marzo 2012, l’on. Jean Leonard Touadi, ospite a Mondovì dell’associazione MondoQui, ha parlato della partecipazione degli immigrati alla vita civile e democratica del Paese e della città. Al suo fianco Nabil Banhaq che ha condotto la serata.

__________________________________

Le rotte dei migranti

La prima iniziativa dell’autunno 2011 è stata una conferenza con Enrico Casale, giornalista africanista della rivista “Popoli”, che, mercoledì 28 settembre, ha parlato delle “Rotte dei migranti”, i quali partono dal Corno d’Africa o dall’Africa Occidentale e attraverso il deserto, subendo ogni sorta di sfruttamento e trattamento inumano, giungono in Libia nella speranza di imbarcarsi per l’Europa e poi, tra mille rischi, giungono a Lampedusa… storie talvolta di orrore e di morte, di cui pochi sono a conoscenza, ma che altri invece hanno sperimentato sulla loro pelle…

 _______________________________________________

In distribuzione il libro “Nei nostri panni”

E’ uscito il libro “Nei nostri panni”, del gruppo donne dell’associazione “MondoQui”. E’ bellissimo! Leggendolo si capiscono tante cose sull’universo femminile in terra di immigrazione e non solo. Un libro molto dolce ma anche molto duro, che tira fuori problemi mica da poco. Sono brevi racconti che valgono come un trattato di sociologia, affiancati da splendide foto a colori. Lo trovate agli uffici de “L’Unione Monregalese”, piazza S. Maria 6, Mondovì Breo o alla Coop. Caracol in via Santuario 3, Mondovì Breo.

—————————————————————————————-

MondoQui notizie:

MondoQui alla Fiera di Primavera

Il gazebo dell’associazione MondoQui alla Fiera di Primavera, Mondovì 9-10 aprile 2011.

…………………………………………………………………………………………………………….

Europa e mediterraneo, una pagina di storia e attualità

Venerdì 25 marzo Adriana Longoni (già funzionaria dell’Unione Europea), affiancata dal collega Franco Chittolina e dal nostro “past president” Abdelghani Boumehdi, ha fatto il punto sulla situazione sociopolitica del mondo arabo in rivolta quasi generalizzata e dei sui rapporti con l’Europa.

…………………………………………………………………………………………………..

Un mondo di lavoro

Venerdì 18 marzo in tanti hanno partecipato alla serata “Un mondo di lavoro” con proiezione di un filmato contenente interviste ad alcuni immigrati in provincia di Cuneo. È intervenuto Carlo Masoero, curatore del progetto che comprendeva, oltre al filmato, la compilazione di un questionario da parte di molti immigrati per raccogliere dati sulla situazione lavorativa degli stranieri in “Granda”. Alla produzione dei questionari aveva partecipato anche l’associazione MondoQui, che ora ha organizzato l’appuntamento monregalese. Molti e interessanti gli interventi da parte dei presenti. Nella foto: Mohammed El Ouariti racconta la sua testimonianza di lavoratore in Italia da molti anni.

…………………………………………………………………………………………………..

Grande successo per la serata “Chador e altri foulards”

Un bellissimo blog ha commentato la serata e il libro. Per visualizzarlo clicca QUI


……………………………………………………………………………….

"Migliora il tuo italiano". Corso di MondoQui

Con settembre è ripartito il corso “Migliora il tuo italiano”. Tutti i sabati dalle ore 15 alle 17 nella sede del CSV in viale Vittorio Veneto 17 a Mondovì.


Festa dei Popoli 2010

Mondovì, 30 giugno: grande successo per l’edizione 2010 della Festa dei Popoli. Quest’anno, abbiamo provato, insieme alle tante associazioni organizzatrici, a portare la Festa nel cuore della città. L’obiettivo era evitare che restasse un’iniziativa “di nicchia”: abbiamo così ottenuto di inserirla nel contesto più ampio dei “Doi pass për Mondvì”, i mercoledì sera organizzati dai commercianti del centro storico di Breo. Ha funzionato: i monregalesi hanno risposto in massa, curiosando tra i banchetti o ascoltando musiche da tutto il mondo. I più arditi si sono pure scatenati in danze sfrenate. Il tutto è documentato da questo filmato e dalle foto.

—————————————————————————-

Cena marocchina “chez MondoQui”

Venerdì 25 giugno cena marocchina nei locali parrocchiali i Mondovì Altipiano.
Sotto, al termine della cena, lezione di… tè verde alla marocchina.

————————————————————

Trekking tra le cascate della Val Pesio


Domenica 13 giugno meravigliosa “gita sociale” di MondoQui in Val Pesio, dalle parti del Pian delle Gorre, con gran giro delle cascate della zona: quella del Saut, il “Pis” e altre…

——————————————————————————

Corso “migliora il tuo italiano”

Sabato 5 giugno prima lezione del corso di italiano rivolto a quegli stranieri che conoscono già l’italiano ma vogliono migliorare la pronuncia, la costruzione delle frasi, la ricchezza del vocabolario, la scrittura e la lettura. Insegnante, la socia di “MondoQui” Barbara Molineri.

Sport senza frontiere

Vai alla pagina

________________________________________________________________

Nuovo direttivo per l’associazione MondoQui

Sabato 17 aprile l’associazione si è riunita in assemblea. Il presidente Abdelghani Boumedhi ha ricordato nella sua relazione le tante attività svolte da MondoQui nei due anni del suo mandato (che potete scoprire sfogliando questo sito…).
È stato quindi eletto il nuovo direttivo, composto da:

1.Redi Laloshi, 2.Abdelghani Boumedhi, 3.Thierry Adido, 4.Valentina Ferrai, 5.Claudio Boasso, 6.Francesco Belgrano, 7. Canavese Bruna, 8. Orsi Valeria, 9. Barberis Gabriella, 10. Ejersa Benedetta, 11.Sofia Zuniga.

Sabato 24 aprile il nuovo direttivo si è riunito ed ha eletto le 4 cariche associative:

Presidente: Thierry Adido / Vicepresidente: Valentina Ferrai / Tesoriere: Gabriella Barberis / Segretario: Claudio Boasso


————————————————————————————————–

Festa dei popoli 2010: le conferenze (e il film)

Ecco la locandina delle conferenze e del film in ambito Festa dei Popoli 2010.

Ghorba, il film

  • Venerdì 7 maggio è stato proiettato il film-documentario “Ghorba”, girato tra le comunità marocchine presenti in Italia. Hanno partecipato Beppe Cotto e Emilio De Vitto (ProgettoMondoMLAL).

Cosa succede in città?

Un asilo che, grazie all’imponente lavoro delle insegnanti, da ghetto scolastico diventa “alla moda” con una lista d’attesa di 150 famiglie. Un quartiere che, dopo i primi anni di difficoltà di fronte alla grande presenza di immigrati ha ora saputo valorizzare e far rendere la multiculturalità… Per il resoconto della conferenza del 23 aprile sull’asilo Bay, sul quartiere San Salvario e sul libro “Il mondo in una piazza”, visualizza la pagina de L’Unione Monregalese con l’articolo di Nicola Duberti cliccando QUI.  Nella stessa pagina in alto è presente un testo dello stesso autore sull’incontro pubblico organizzato dalla Lega Nord di Mondovì che ha avuto luogo nella stessa serata (poco prima del nostro), su temi legati all’istruzione. Un confronto interessante…

Ecco la foto della conferenza sulla gestione del denaro:

————————————————————————————————–

I partecipanti a una riunione per organizzare la Festa dei Popoli

———————————————————————————————-

Cosa combinano le donne che si ritrovano il venerdì pomeriggio nella sede del CSV e, per motivi tecnici, talvolta anche a casa di Valeria?




Ecco cosa combinano:

INCONTRO DEL 26 FEBBRAIO – Presenti: Patrizia, Valeria, Giorgina, Fatima, Sita, Anna, Nadia, Fatima, Rosanna, Nadia, Pina, Kidan, Hind. Secondo incontro dedicato alla tintura dei tessuti. Vediamo insieme al computer le foto che Valeria ci ha scattato la settimana scorsa: il colore dei tessuti è il protagonista assoluto delle immagini ma anche noi, incuriosite o indaffarate, siamo una presenza dignitosa. Ci mettiamo subito al lavoro e quasi spontaneamente ci dividiamo, ognuna con compiti diversi: le sarte si dedicano a tracciare modelli e cucire le stoffe già pronte, le addette alla tintura mescolano colori ed immergono stoffe; piccoli gruppi di appoggio si creano intorno alle attività principali: intanto si guarda, (si sbaglia) e si impara. L’atmosfera è rilassata, il lavoro procede con un ritmo sorprendente e, quando prendiamo il tè con la colomba che ha portato Pina, siamo convinte di meritarci questo momento di ristoro finale. I tessuti sono stati tutti colorati, alcuni vestiti sono già stati imbastiti. Al prossimo venerdì, dunque. Ancora a casa di Valeria, per completare definitivamente questa fase…

—————————————–

Intervento di MondoQui all’Istituto Cigna

Mercoledì 24 febbaio nell’Aula magna dell’Istituto Cigna, con le classe seconde, Pina, Claudio e Giovanni dell’associazion MondoQui sono intervenuti nell’ambito del progetto “Costituzione-Cittadinanza – Identità, tolleranza, responsabilità”.

——————————————————-

Le regole del condominio

Venerdì 12 febbraio, San Michele Mondovì. Serata dedicata a “Le regole del condominio” in collaborazione con l’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari (ANACI). È intervenuto il geom. Lorenzo Bottero. Una buona integrazione passa anche attraverso rapporti di buon vicinato e la conoscenza delle norme che regolano la vita condominiale.

——————————————————-

MondoQui fa rete e mette semi

Il gennaio è stato intenso per l’associazione MondoQui. Dopo la riunione con la comunità rumena di cui si parla sotto, sono stati gettati i primi plinti per costruire l’edificio della Festa dei Popoli 2010. Quest’anno ci saranno importanti novità. Si farà sport con i ragazzi organizzato insieme alla Coop. Caracol, e si prevedono importanti sorprese ancora nel cassetto e ancora tutte da definire, anche insieme alle associazioni degli immigrati attive in provincia e con ramificazioni monregalesi. Proprio con queste associazioni ci siamo riuniti sabato 23 gennaio per un importante primo incontro di un nascente coordinamento a livello cittadino. Erano rappresentate, oltre a MondoQui, l’Associazione culturale della Repubblica Democratica del Congo di Mondovì, l’Associazione Mahko (che raggruppa i senegalesi della provincia di Cuneo), l’Associazione Mergimtari (gli albanesi della “Granda”), l’Associazione Ivoriani della Provincia di Cuneo, rappresentanti dei musulmani monregalesi, e l’associazione informale degli ucraini di Ceva. Ci si è anche trovati sabato 6 febbraio e poi nuovamente con alcune associazioni per organizzare la Festa dei Popoli.
Intanto venerdì 12 febbraio è in programma la riunione su “Le regole del condominio” che si terrà a San Michele a Mondovì nella saletta del Municipio alle ore 20,45, in collaborazione con l’associazione degli amministratori di condominio (l’integrazione passa anche per buoni rapporti di vicinato!).

—————————————–

Incontro con la comunità rumena


Sabato 16 gennaio in casa MondoQui (la sede del CSV di Mondovì) si è tenuta una riunione organizzata insieme all’associazione APICE di Busca per “entrare in contatto” con la comunità rumena. Scopo primario dell’iniziativa era la proposta, da parte del sacerdote ortodosso Marian Costea, di attivarsi per organizzare la celebrazione domenicale di una messa in rumeno in città. E’ però anche emersa, da parte delle partecipanti (una ventina di donne), la volontà di creare altre occasioni di incontro, in particolare per saperne di più sui contratti di lavoro degli assistenti di anziani e ammalati.

————————————————–

Imparare l’arabo? Perché no?

Prima lezione del corso di arabo tenuto da Abdeghani Boumedhi, presidente della associazione MondoQui, giovedì 7 gennaio, con 18 partecipanti. Le lezioni hanno luogo ogni lunedì e giovedì dalle ore 18,30 alle 20.


—————————————————

“Il mondo delle donne – Le donne del mondo”

Sono ripresi gli incontri interculturali sulla salute della donna, del bambino, della famiglia. Italiane ed immigrate mettono a confronto le loro culture, tradizioni, usanze, in riferimento alla gestione della vita domestica, dei figli, delle problematiche femminili. Ogni venerdì alle ore 15-17 presso la sede del CSV, viale Vittorio Veneto 17, Mondovì.

—————————————————

Cena al ristorante “MondoQui”

Cena MondoQui al Ferrone

Venerdì 6 novembre, nei locali parrocchiali di Mondovì Ferrone, cena italo-marocchina, nell’ambito della joint-venture tra MondoQui e i locali gruppo “Caritas” e gruppo missionario.

—————————————————

Alle radici delle migrazioni

Thierry Adido mohammed el ouariti

Giovedì 6 novembre, saletta “Antenna Missiomondo” gremita per la conferenza “Le radici delle migrazioni”. Hanno introdotto l’incontro Thierri Adido e Mohammed El Ouariti dell’associazione MondoQui (nelle foto sopra) che, insieme a un ragazzo albanese, hanno raccontato le loro esperienze di immigrati. Poi è intervenuto Giorgio Dal Fiume (professore all’Università di Bologna che si occupa anche di commercio equo e solidale). Ha fatto notare come solo qualche decennio fa la stessa scena avrebbe potuto vedere protagonisti immigrati italiani che raccontano la loro esperienza in una sala piena di argentini. Ha poi spiegato che il fenomeno migratorio viene interpretato da noi italiani attraverso la nostra formazione, la nostra cultura, le parole usate per descrivercelo. E ha indicato alcune parole su cui si basa la nostra visione, talvolta un po’ distorta. Alcuni esempi. Emergenza: in realtà le migrazioni ci sono sempre state e sono assolutamente prevedibili. Clandestino: come si può timbrare un essere umano con il timbro dell’infamia, trasformando in un reato una condizione di vita anziché un atto? Educazione: a scuola ci viene descritto un mondo in cui l’Occidente è al centr0 e le altre culture sono più arretrate. Fino al XIV secolo l’Europa era il “terzo mondo”. Il mondo arabo era assai più avanzato e il “primo mondo” erano la Cina e l’India. Eppure difficilmente un europeo conosce il nome di un personaggio storico non occidentale. Razzismo: quasi nessuno discrimina più in base al “sangue” e al “dna” (anche se la superiorià della razza bianca veniva insegnata nelle università fino agli anni ’50). Oggi si parla però di “differenze culturali” che diventano ostacoli insormontabili all’affrancamento delle persone. Una nuova forma di razzismo, più soft, ma molto difficile da combattere.

————————————————————

Contro razzismo e leggi ingiuste

Sabato pomeriggio 17 ottbre una piccola ma determinata delegazione di MondoQui ha partecipato al presidio contro il razzismo e il “pacchetto sicurezza” a Cuneo in corso Nizza. Più tardi ci si è spostati nella sala conferenze del Palazzo della Provincia per assistere ad una conferenza  dell’on. Livia Turco e dello scrittore marocchino Mohammed  Lamsuni. Infine, buffet di dolci marocchini e tè verde in un locale attiguo.

——————————————————————–

La Mondovì solidale si organizza

A Mondovì si è in tanti a “fare qualcosa” nel campo della solidarietà e dei diritti, a lavorare a fianco delle persone svantaggiate, ad impegnarsi in vari modi per creare una società più libera e più giusta, a promuovere una sempre maggiore realizzazione concreta dei principi della Costituzione. Mossi da ideali anche diversi fra loro, molti monregalesi dedicano tempo ed energie per far sì che la città (e il mondo intero) siano un posto un po’ migliore, per tutti. Fin’ora però ci si è impegnati in ordine sparso, senza conoscere granché delle iniziative organizzate dagli altri, producendo talvolta dei “doppioni” o facendosi addirittura… concorrenza.

Venerdì 9 ottobre, però, convocati da “MondoQui”, si sono riuniti informalmente i rappresentanti di diverse associazioni, cooperative e sindacati che operano in città. Erano presenti: coop. Caracol, “Antenna Missiomondo”, Caritas, Centro Missionario Diocesano, “Dalla parte dell’educare”, CGIL (comparto pensionati e comparto immigrati), Bottega “Cose dell’altro mondo”, Comunità “Papa Giovanni XXIII”, ACLI, ANPI, i gruppi d’acquisto “Il Pane e le rose” e “FamilyGAS”, oltre naturalmente ad alcuni soci di “MondoQui”. L’idea “minima” era quella di creare una sorta di calendario comune delle iniziative fruibile a tutti, in modo da evitare doppioni, sovrapposizioni e incentivare la partecipazione reciproca e la collaborazione. È però emersa la volontà di un coordinamento anche maggiore, che potrebbe dare buoni frutti nella realizzazione concreta degli obiettivi associativi di ciascuno. Si è in parecchi ad esempio a lavorare a fianco degli immigrati: insieme si potrebbero ottimizzare i risultati. Allo stesso modo in tutti gli altri campi di intervento. E alcune volte la “Mondovì solidale” potrebbe parlare ad una voce sola, facendosi sentire in modo molto più forte e chiaro, avanzando proposte o denunciando ingiustizie. Tra i presenti vi erano gli organizzatori della “Festa dei popoli”, da anni appuntamento fisso di primavera, preceduta da iniziative varie di sensibilizzazione e progetti nelle scuole. Oltre ad un’auspicata maggiore partecipazione da parte di tutte le associazioni, si è stabilito di chiedere al Comune un maggiore coinvolgimento e apporto organizzativo, come avviene in altre città.
Si è concluso fissando la data per una prossima riunione cui sono invitate anche tutte le associazioni, cooperative e sindacati che per ora non hanno partecipato: l’appuntamento è per venerdì 28 ottobre alle ore 20,45 nella sede di “Antenna Missiomondo” in corso Statuto 22i (davanti a piazzetta Levi). Ogni rappresentante avrà modo di illustrare i programmi della propria associazione; intanto si metterà a punto l’organizzazione del coordinamento. Per informazioni tel. 348 2793556 (Claudio, associazione MondoQui).

—————————————-

Corsi di italiano a San Michele

Finalmente si realizzerà il proposito dell’associazione MondoQui di organizzare corsi di italiano in piccoli centri vicini a Mondovì. Sin dalla nascita dell’associazione, 2 anni fa, si era evidenziato come per una buona integrazione fosse indispensabile l’apprendimento della lingua italiana, soprattutto da parte di quelle persone che non lavorano e quindi hanno pochi contatti con italiani e scarse possibilità di apprendimento: in particolare le donne. A Mondovì ci sono già corsi di italiano, ma le casalinghe che vivono nei paesi circostanti spesso non hanno modo di raggiungere la città. Ecco quindi l’esigenza di decentrare. L’anno scorso si era tentata la strada del finanziamento del CSV, ma era fallita. Quest’anno, dopo alcuni contatti con il CSSM, i volontari di MondoQui hanno avuto un colloquio con il dirigente del Centro Territoriale Permanente. La riunione è servita da stimolo per il varo di un corso di italiano che si terrà a San Michele nei locali parrocchiali con insegnanti del CTP. A MondoQui spetterà il compito di raccogliere le adesioni.
Il CTP è disponibile anche per un corso analogo a Clavesana.

———

L’associazione MondoQui in un campeggio a parlare di immigrazione e integrazione

Giovedì 13 agosto Gabriella, Isabel, Amal, Zora, Rim e Claudio si sono recati a Garessio Mindino, invitati al campeggio famiglie di una parrocchia di Sanremo, per dialogare sui temi cari alla nostra associazione. Sono state presentate le attività di MondoQui e si è discusso di integrazione, mostrando anche il punto di vista degli immigrati. Durante la riunione Rim ha giocato con gli altri bimbi con l’assitenza degli animatori.

——————————————————————————

Doi Pass

Mercoledì 29 luglio, “presidio” dell’associazione MondoQui durante la manifestazione “Doi pass per Breo” davanti alla sede di “Antenna Missiomondo”

—————————————

Isola di Mondo a Cuneo

Sabato 27 giugno alcuni soci di MondoQui hanno partecipato ad “Isola di Mondo”, la grande kermesse multietnica cuneese. Una specie di Festa dei Popoli elevata al cubo. Nel pomeriggio abbiamo anche partecipato alla trasmissione televisiva su volontariato di Telegranda. Il presidente Abdelghani Boumedhi è stato intervistato e ha raccontato quello che facciamo e che vogliamo fare. Appena avremo il filmato lo pubblichiamo. Per ora accontentiamoci di una foto di via Roma affollata e piena di bancarelle da ogni parte del mondo:

isola di mondo

……………………………………………………………………………………………………………………………

Festa dei popoli a Mondovì

La nostra associazione domenica 21 giugno ha partecipato alla Festa dei popoli di Mondovì insieme ad oltre 500 persone, che si sono eletrizzate con la musica e le danze da tutto il mondo ed hanno gustato la gastronomia di paesi vicini e lontani, curiosando tra le bancarelle e gli stand, compreso il tavolo di MondoQui, dove Francesco e Daniele hanno aiutato a compilare i questionari delle inchieste sul lavoro e sulla vita degli immigrati in provincia di Cuneo.

mondoqui1

Altre foto e il testo della presentazione alla pagina “Festa dei popoli 2009”

———————————————————–

Gita al “Pis” del Pesio per il corso di fotografia digitale

PIC_0078

Domenica 7 giugno, escursione in valle Pesio per fare pratica dopo lezioni del corso di fotografia digitale. Ecco l’eroico Pedro sfidare le forze della natura per uno scatto d’autore. Ed ecco altre immagini:

PIC_0066 PIC_0073

PIC_0056

——————————————————————————–

Mondovì Ferrone: confronto in parrocchia con la cultura del Marocco

Mercoledi sera 3 giugno alcuni immigrati dell’associazione Mondoqui hanno incontrato un folto gruppo di signore attive nel gruppo missionario della Parrocchia del Ferrone. Per Mondoqui erano presenti Abdul, Ghazi, Mohammed, Fatima, Giovanni e Gabriella. Dopo una partenza un po’ in salita perché alcuni immigrati sono arrivati con un po’ di ritardo ed alcune signore erano preoccupate per l’assenza, se pure giustificatissima, di Claudio Boasso l’incontro si è avviato con molti spunti di discussione e ottima partecipazione. Ghazi ha informato sui matrimoni misti e sull’uso del velo. La donna cristiana che sposa un musulmano può mantenere la sua religione mentre l’uomo cristiano che sposa una musulmana deve convertirsi all’Islam. L’uso del velo per le bambine a partire dai 7 anni di età è una prescrizione della Sunnah (l’interpretazione del Corano da parte del Profeta Muhammad) non è scritta direttamente nel Corano. Si concorda sul fatto che i matrimoni misti sono in ogni caso molto problematici.Abdul ha fatto un ampio intervento sul fenomeno dell’immigrazione in Italia ed in altri paesi. Ha ricordato che in Marocco c’è una visibile tolleranza delle altre religioni. Ci sono Parrocchie cristiane con i loro parroci e sinagoghe degli ebrei. C’è libertà di culto in Italia ma c’è forte resistenza a favorire il sorgere di luoghi di culto. Il fenomeno del terrorismo estremista islamico ha seminato paure non sempre fondate. Gli immigrati sono una minoranza, dice Abdul, ed è facile che una minoranza venga additata come la fonte di tanti problemi. Il respingimento degli immigrati in Libia per es. è diventato il tema di una campagna politica che usa gli immigrati per dirottare voti su certi partiti. Una signora afferma che i bambini marocchini sono tendenzialmente più violenti perché i padri mantengono nei loro confronti comportamenti violenti, li picchiano. Mohammed ricorda che suo padre lo picchiava frequentemente, arrivò a picchiarlo legato perché aveva sottratto una piccola somma di denaro in casa. La mamma lo difendeva e così le prese pure lei. Non per questo egli è cresciuto con idee violente e con i suoi figli si comporta ben diversamente. Dunque non si può generalizzare.Come vedono i marocchini l’educazione che gli italiani danno ai loro figli?Un po’ troppo permissiva affermano, danno ai loro figli troppe opportunità, troppi beni materiali. Il giovane marocchino di ogni estrazione sociale e di ogni provenienza è abituato a rispettare l’anziano, la persona di età maggiore. Un figlio non pronuncerebbe mai una parolaccia di fronte a su padre o sua madre, sarebbe una terribile vergogna per lui. Invece i ragazzi italiani si rivolgono ai genitori in malo modo talvolta. Fatima parla delle sue difficoltà a crescere i figli e delle sue preoccupazioni per il futuro, quando saranno più grandi e pretenderanno sempre di più in permessi per uscire, e beni materiali. Una signora già nonna afferma che i problemi di Fatima sembrano ai suoi di nonna….che ancora si stupisce come si possa scegliere di donare ad una prima comunione una playstation anziché una catenina d’oro. Giovanni è pessimista… afferma che la Bosnia ha fatto scuola in cattiva integrazione…e tra quattro anni prevede la guerra civile… i presenti sorridono e dissentono. Si parla anche di poligamia… le signore storcono il naso…Mohammed dice che in effetti si tratta di casi molto rari. Leggi recenti hanno stabilito in Marocco condizioni più favorevoli alla donna in caso di divorzio e stabilito che l’uomo può prendere un’altra moglie solo se la prima dà il suo assenso. La serata volge al termine, il dialogo è stato pieno di spunti interessanti, c’è stata da parte di tutti la capacità di ascolto e certe posizioni un po’ di chiusura verso il mondo islamico alla fine della chiacchierata sono decisamente più attenuate. Si prospetta una cena in oratorio con cus cus cucinato dalle donne marocchine. Tutti sono favorevoli alla proposta. (Gabriella)

—————————————-

Corso di fotografia digitale

Un momento del corso di fotografia digitale di MondoQui.

————————————————————–

Intervento di MondoQui al corso di OSS al Beila

Sabato 30 maggio 09 siamo recati al Beila (erano: Marcella, Ezzouhra e Abdelghani) per parlare di nostra associazione alle studentesse del corso operatore sanitario. Ha iniziato Marcella spiegando l’attività che facciamo con le donne alla caritas di Mondovi e anche ha parlato delle difficoltà incontrate durante i primi contatti, adesso nel”mondo delle donne, donne del mondo ” ci sono quasi 14 di media delle donne immigrati e italiani che partecipano, si fa la ginnastica, si parla della salute della donna e bambini… Per fare conoscere l’associazione ho letto qualche parte dello statuto. Ezzouhra ha parlato sul qualche problema che impedisce alle donne a partecipare alla vita dell’associazione e ha detto che importante fare qualcosa con loro in casa dove abitano. Una domanda di una studentessa: come fate come gruppo a seguire tante cose? Marcella: lavoriamo con una tecnica di gruppo separate e abbiamo sempre il contatto tramite l’e mail e anche incontri del direttivo… Il gruppo ci ha chiesto il material per conoscere l’associazione, ho lasciato l’indirizzo blog e ho dato la promessa di portare qualche volantino al centro Beila. Il responsabile quando ha sentito che abbiamo programmi con le scuole ci ha chiesto di venire a parlare davanti agli adolescenti studenti e ci mandano l’invito prossimamente. Se ho dimenticato qualcosa Marcella e Ezzouhra possono correggere, o voi se avete commenti… Abdelghani

3 Risposte a "MondoQui, i lavori in corso"

Ciao a tutti da Milano!!!
mi mancate
I.

ciao Irene, Ci manchi tanto, adesso ci questa finestra del blog possiamo dire tutto e scambiare idee, proposte e dialogare …

un saluto di militanza a tutti

Oggi ci ricordiamo il Colonialismo del movimento sionista in Palestina, sapevo che il popolo italiano non ha un atteggiamento chiaro , ma la storia dice tutto dobbiamo solo conoscerla bene , vive la Palestina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


  • lario fede: E questi italiani sicuramente arrivati a NY con la barchetta,si arrampiacavano sui tetti,incendiavano materassi,insultavano e aggredivano la polizia l
  • Liudmila Tsarikova: Siamo un gruppo di Musiche e Danze tradizionale " Mosaico dell' Est ".vorremo porticepare i vistri eventi. Come è possibile? Grazie per la rispost
  • Redi Laloshi: Gran bella giornata. Spero ci siano altre. Grazie a tutti e specialmente chi l'ha organizzata. Ciao.

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: