Associazione MondoQui

Festa dei Popoli 2012

La Festa dei Popoli 2012 di Mondovì, anche quest’anno, è stata organizzata con un grande impegno dall’associazione MondoQui in collaborazione con tante altre associazioni e gruppi e con tanti amici, anche grazie ad un finanziamento del CSV Società Solidale. Le varie iniziative che fanno parte della Festa dei Popoli stanno arricchendo la primavera e l’estate monregalese, con appuntamenti dal 19 aprile al 4 luglio. L’obiettivo, come sempre, è l’amicizia tra immigrati e italiani, ma anche dimostrare con i fatti che l’immigrazione è un guadagno per la città, anche sotto l’aspetto culturale, artistico e… gastronomico. Di seguito gli eventi già avvenuti, quelli in corso e quelli previsti per le prossime settimane.

Concerto di Sonia Aimy

Il primo evento nell’ambito della Festa dei Popoli è stato il concerto di Sonia Aimy, giovedì 19 aprile al Teatro “Baretti” di Mondovì Breo dal titolo “Voci di donne in festa”, in omaggio al Premio Nobel per la pace, Wangari Maathai, fa parte di “Interazioni dell’arte e del teatro sociale”, iniziativa promossa dal Coordinamento provinciale di teatro sociale, di cui fanno parte la cooperativa Caracol di Mondovì, la compagnia il Melarancio di Cuneo, l’associazione Voci Erranti di Savigliano e l’associazione Albatros di Alba, e si è svolto a Mondovì in collaborazione con l’associazione MondoQui.

Con la sua spendida voce, Sonia ha raccontato in musica la vicenda di Wangari Muta Maathai (1940-2011), ambientalista, attivista politica e biologa keniota, simbolo dell’emancipazione della donna in Africa , prima africana ad aver ricevuto il Premio Nobel per la Pace (nel 2004) per «il suo contributo alle cause dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace». È stata membro del Parlamento keniota e assistente ministro per l’Ambiente e le Risorse naturali nel Governo del presidente Mwai Kibaki, fra il gennaio 2003 e il novembre 2005. I ritmi dolci e scatenati della band di jazz e world music, di cui fanno parte artisti di vari Paesi africani, hanno coinvolto il pubblico: molti partecipanti hanno anche danzato davanti al palco. Sonia Aimy ha commemorato la grande Miriam Makeba, morta fra le sue braccia subito dopo un concerto contro la mafia a Castel Volturno.

Laboratori con gli esperti

La novità della Festa dei Popoli 2012 è un percorso a tappe che, a partire dall’ultima settimana di maggio, si svolge per l’intero mese di giugno offrendo agli interessati la  possibilità di sperimentarsi partecipando a laboratori  condotti  da esperti, in  forma seminariale, che prevedono  quattro/cinque appuntamenti. Gli incontri, uno diverso per ogni giorno della settimana, sono gratuiti, e in orario pre-serale o serale.  L’intento è quello di favorire la presenza ai laboratori, di un pubblico misto, di adulti ed adolescenti, uomini e donne, per offrire un’opportunità di condivisione e di scambio, non solo tra le diverse culture del mondo, ma anche tra i generi e le generazioni, elemento che contribuisce ad arricchire con altri aspetti la stessa idea di multiculturalità e di popolo.

Lingua e cultura araba: otto incontri a partire da lunedì 28 maggio c/o la Società Operaia di piazza Maggiore; orario: 20,30-22.

Yoga: quattro incontri, da martedì 29 maggio presso palestra Judo/Issan di via Giosuè Carducci, Altipiano, orario:19,45/21,15.

Bellezza e cura femminile: quattro incontri da mercoledì 30 maggio, presso “I Capelli”, presso il Ponte del Borgato; orario: 19-21.

Cucina Araba: quattro incontri da giovedì 31 maggio, presso salone oratorio Sacro Cuore, Altipiano, orario: 18,30-21 (si consumano insieme i piatti preparati).

Danza del Ventre: quattro incontri da venerdì 8 giugno, presso l’associazione Armonie, c. so Statuto orario: 18,30-20.

Percussioni: quattro incontri da sabato 9 giugno all’aperto nei giardini della città. Primo incontro sarà presso i Giardinetti di Breo, orario: 16-18

Pizzica: due incontri di tre ore sabato 9 e 23 giugno, presso la Società Operaia di Piazza Maggiore orario: 16,30/19,30

Pranzo multietnico

Domenica 3 giugno si è svolto il grande pranzo multietnico che ha coinvolto le varie comunità locali, in collaborazione, da quest’anno, anche con la Condotta monregalese di “Slow Food” e con la comunità di Mellea dell’Associazione “Papa Giovanni XXIII”.

La partecipazione è stata così numerosa che il salone dell’oratorio non è bastato a contenere i golosi, che si sono riversati anche nei giardinetti della parrocchia improvvisando un gigantesco pic nic.

Il mega-pranzo è stato possibile grazie ai tanti partecipanti che con impegno di tempo e denaro hanno cucinato squisiti manicaretti da tutto il mondo. Slurp!

Gran festa finale il 4 luglio

Festa dei Popoli 2012, clicca qui per il film

Anche quest’anno l’idea di proporre la Festa dei Popoli durante i “Doi pass”, l’iniziativa estiva in centro storico di Mondovì Breo organizzata dai commercianti, si è rivelata vincente. Molti monregalesi si sono soffermati ad ascoltare la musica delle numerose band che si sono esibite sul palco, ed hanno curiosato tra le bancarelle su cui erano rappresentati i principali gruppi nazionali di immigrati  presenti in città e le Associazioni di volontariato  che s’impegnano per valorizzare la risorsa culturale, umana ed economica rappresentata dalla nutrita presenza di stranieri a Mondovì.
La pioggia del pomeriggio aveva fatto temere l’annullamento dell’iniziativa, invece poi il tempo è migliorato e si è allestita la piazza a tutta velocità. I primi a cantare sono stati i giovani: subito il rap un tantino provocatorio dei “Giorni Contati”, seguito dal più tranquillo folk dei “Karkadelak”. Poi i ritmi sudamericani dei “Los del Sur” che hanno anche accompagnato le danzatrici di pizzica, alle quali il pubblico si è unito in scatenate evoluzioni. È seguito il rap dei “Mondovip” che ha introdotto la musica congolese del gruppo “Louez l’Éternel”, orchestra della Chiesa evangelica di Mondovì Carassone, che ha accompagnato la spettacolare danza spontanea del pubblico.


Tra un gruppo e l’altro sono intervenuti a parlare delle loro attività anche Vera Paja di una Associazione di volontariato albanese che affianca le famiglie con ragazzi disabili e Luca Fortunato, dell’Associazione “Papa Giovanni XXIII”, impegnato a liberare le schiave di oggi: le vittime della tratta delle donne soprattutto nigeriane costrette a prostituirsi sulle strade anche della provincia di Cuneo.
La serata è stata condotta da Pina Gonzalez e Nadia Guendouli dell’Associazione “MondoQui”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


    • lario fede: E questi italiani sicuramente arrivati a NY con la barchetta,si arrampiacavano sui tetti,incendiavano materassi,insultavano e aggredivano la polizia l
    • Liudmila Tsarikova: Siamo un gruppo di Musiche e Danze tradizionale " Mosaico dell' Est ".vorremo porticepare i vistri eventi. Come è possibile? Grazie per la rispost
    • Redi Laloshi: Gran bella giornata. Spero ci siano altre. Grazie a tutti e specialmente chi l'ha organizzata. Ciao.

    Categorie

    Archivi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: